9 Comments

  1. lise.charmel
    8 gennaio 2010 @ 08:35

    sono un po' scettica su questa cosa delle francesi che non ingrassano (cio

    Reply

  2. Anonymous
    8 gennaio 2010 @ 17:03

    QUESTO LIBRO, E IL SEGUITO, LI CONOSCO PRATICAMENTE A MEMORIA, PENSA CHE SONO SEMPRE SUL MIO COMODINO..HO PROVATO A SEGUIRNE I CONSIGLI, MA AHIM

    Reply

  3. Gi
    8 gennaio 2010 @ 19:21

    due giorni solo a porri per quanto mi piacciano sarebbe una tortura…meglio una dieta pi

    Reply

  4. Silvia
    8 gennaio 2010 @ 23:04

    @lise: Be! una zuppa da dieta ferrea…eh eh!
    Diciamo che la scrittrice usa le francesi come stereotipo di "ragazze magre", ovviamente non sono tutte cos

    Reply

  5. alexs
    10 gennaio 2010 @ 16:08

    Oddio questo regime alimentare mi ricorda tanto la dieta del minestrone, letteralmente nauseante, io ho lavorato per diverso tempo in Francia e devo dire che le loro zuppe e zuppette sono ottime

    Reply

  6. il ramaiolo
    17 gennaio 2010 @ 19:46

    Carissima mi

    Reply

  7. Ally
    23 gennaio 2010 @ 18:13

    che dire..ogni volta che entro nel tuo blog ne rimango affascinata e mi prende una sorte di sindrome di stendhal d ifronte a cotanto splendore…
    piatti sopraffini e foto bellissime e ora anche consigli letterari..wow!!!
    proprio perch

    Reply

  8. la cucina di qb
    27 gennaio 2010 @ 18:44

    Davvero molto interessante questo libro e soprattutto il tuo blog. Davvero complimenti! A presto.

    Reply

  9. Ottobre: cosa mettere nel carrello
    15 ottobre 2012 @ 11:58

    […] cavolo verza, cicoria, cipolla, coste, erbette, fagioli, indivia, lattuga, patate, piselli, porro, radicchio, rafano, rapa, ravanello, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, spinaci, topinambur, […]

    Reply

Leave a Reply