21 Comments

  1. Rossana
    6 aprile 2011 @ 18:24

    Indelebili nella mia memoria i tuoi
    MUFFINS MANDORLE&VANIGLIA
    raffinatamente infiocchettati dal magico spago!

    Reply

  2. Giovanna
    6 aprile 2011 @ 18:42

    mmm… che profumino che immagino…

    Reply

  3. Giovanna
    6 aprile 2011 @ 18:42

    ps. ma quella bella teglia a pois dove l’ahi trovata?

    Reply

  4. Silvia
    6 aprile 2011 @ 18:54

    @Rossana. eh eh, me lo ricordo che ti erano piaciuti tanto!!!
    @Giovanna: La mia teglietta in stile “Tartine Gourmande”…l’adoro! :))) L’ho comprata un po’ di tempo fa qui a Palermo da Grande Migliore…a pochissimo!!!

    Reply

  5. Donatella
    7 aprile 2011 @ 06:29

    Impossibile dimenticarsi di una ricettina cos

    Reply

  6. flo
    7 aprile 2011 @ 07:23

    Si deve essere sicilianissima l’usanza di usare la mollica, e per di + atturrata, sebbene in questa ricetta non sia proprio bruciacchiata per esigenze culinarie.
    Anche io la metto ovunque e soprattutto su tutte le paste!!!
    Io non ne ho ricette con lo spago perch

    Reply

  7. symposion
    7 aprile 2011 @ 08:25

    ma sai che questa ricetta cade proprio a fagiuolo? :)
    pensa che sabato ho a cena amici che mangiano pesce e mi stavo scimunendo su cosa fare per secondo, mi hai risolto un problema! grazie! buona giornata Gio

    Reply

  8. Doriana
    7 aprile 2011 @ 10:04

    Davvero bellissime. Ci vorrebbero 20 pasti al giorno per provare tutte le ricette stuzzicanti che proponi. Brava!

    Reply

  9. Laetitia
    7 aprile 2011 @ 10:29

    e che dire:wow!
    la devo fare!
    la metto in men

    Reply

  10. Raffy
    7 aprile 2011 @ 11:07

    bellissima da vedere… sar

    Reply

  11. Silvia
    7 aprile 2011 @ 11:36

    @Donatella: sono contenta che ti piace questa ricetta!!! :)))

    @flo: Anch’io spesso arricchisco la pasta con la mollica atturrata…mi piace da matti! :) Allora aspetto la tua ricetta con lo spago, non preoccuparti se

    Reply

  12. valentina - chez munita
    7 aprile 2011 @ 16:56

    come le sarde a beccafico..
    similmente, potrei morirci sopra..

    beeeeeeddaaaaaa !

    vale

    Reply

  13. Sandra
    7 aprile 2011 @ 23:33

    Che meraviglia Silvia. Mi piace molto cos

    Reply

  14. Silvia
    8 aprile 2011 @ 10:09

    @Vale: Mi piace beeeeddddaaaa miaaaa! Queste chicche siciliane sono! eheheh :)))
    @Sandra: Grazie a te cara, se non ci fossi stata tu…:))))
    Ti abbraccio.

    Reply

  15. Laetitia
    8 aprile 2011 @ 10:41

    Grazie del pensiero, ed io a dir la verit

    Reply

  16. Laetitia
    11 aprile 2011 @ 11:52

    P.P.S. Ho ho relizzato questa ricetta farcendo una spigola, grazie per il figurone che mi hai fatto fare,

    Reply

  17. marco
    19 maggio 2011 @ 17:39

    Brava un’ottima variante della solita orata al cartoccio!!! :))

    Reply

  18. carlo
    19 maggio 2011 @ 18:15

    immagino che questa splendida ricetta, che cercher

    Reply

  19. caterina
    19 maggio 2011 @ 18:20

    carissima,

    Reply

  20. caterina
    19 maggio 2011 @ 18:28

    ma dimmi u lazzu pe forza ci l’hai a mettiri?

    Reply

  21. Silvia
    19 maggio 2011 @ 18:39

    @Marco: …e ogni tanto cambiamo piuttosto che il solito cartoccio che per la precisione…resta sempre buono! :P

    @Carlo: Hai detto bene…d’allevamento! Anzi di cose giuste ne hai dette due, seppur ogni tanto mi lascio prendere dalle sperimentazione (https://www.kitchenqb.it/2010/04/orata-di-mare-agli-agrumi.html), in cuor mio l’orata di mare va mangiata cos

    Reply

Leave a Reply