33 Comments

  1. kitchen226
    14 dicembre 2011 @ 18:27

    anche a siracusa GLI ARANCINI in bianco si chiamano al burro, per

    Reply

  2. Rossana
    14 dicembre 2011 @ 18:46

    Ma per caso ne

    Reply

  3. Benedetta
    14 dicembre 2011 @ 18:56

    A casa mia, qui a Napoli, gli arancini di riso si chiamano palle di riso. Mi hai fatto venire una voglia incredibile di prepararle!

    Reply

  4. Aretusa
    14 dicembre 2011 @ 20:51

    sto sbavando…

    Reply

  5. sere@cucchiaio di stelle
    14 dicembre 2011 @ 21:14

    senti, con questo post ci hai fatto venire una fame MOSTRUOSA, e soprattutto ci hai raccontato un sacco di aneddoti su voi palermitani e le vostre usanze che mi

    Reply

  6. Gaia
    14 dicembre 2011 @ 22:08

    oh mamma, che belli!!!

    Reply

  7. breakfast at lizzy's
    14 dicembre 2011 @ 22:08

    Che bont

    Reply

  8. Carlotta
    14 dicembre 2011 @ 22:20

    Sto svenendo…
    Voglio provare anche io a farle piccine, cos

    Reply

  9. Gio
    14 dicembre 2011 @ 22:23

    quando vengo in sicilia queste

    Reply

  10. Nero di Seppia
    14 dicembre 2011 @ 23:39

    Io non so che dire, se non che TI ADORO e che questa ricetta potrei averla scritta io. Anzi, tutto il post proprio. Non

    Reply

  11. bucciadilimone
    15 dicembre 2011 @ 01:55

    Dalle mie parti, nel modicano, le arancine delle rosticcerie sono con il “pizzo” cio

    Reply

  12. babs
    15 dicembre 2011 @ 09:30

    da svenimento…..
    :)
    ciao silvia!

    Reply

  13. Valentina
    15 dicembre 2011 @ 13:03

    io non sono siciliana, ma sempre pi

    Reply

  14. Elena
    15 dicembre 2011 @ 14:04

    Pensandoci bene, almeno fino a dove arriva la mia memoria, non

    Reply

  15. Edda
    15 dicembre 2011 @ 14:23

    Qualche giorno fa ho preparato delle arancine di carne (meno tradizionali e fedeli ;-) pensando a te, magari senza saperlo le abbiamo fatte allo stesso momento.
    Grazie per il racconto e per questa ricetta preziosa che devo assolutamente provare. Verissimo sul burro, ho amici palermitani e napoletani che non parlano di bianco ma di burro (

    Reply

  16. Leda
    15 dicembre 2011 @ 18:54

    Ciao, ho pubblicato oggi il PDF che raccoglie tutte le ricette del contest Glossy Food e naturalmente ci sei anche tu! Se ti fa piacere puoi venire a sfogliare o scaricare il ricettario, io intanto “mozzico” un’arancina! :)

    Reply

  17. Roberta | Il senso gusto
    16 dicembre 2011 @ 09:08

    Buongiorno Silvia!! Il commento sulle foto ormai

    Reply

  18. Le Rocher
    16 dicembre 2011 @ 10:41

    Sono solo le 10.00 di mattina, ma daremmo volentieri un morso ad una di queste arancine mentre guardiamo scendere la neve. Quale modo migliore per far incontrare Valle d’Aosta e Sicilia?!?

    Reply

  19. Le Temps des Cerises
    16 dicembre 2011 @ 14:36

    No, non puoi mostrarmi questi arancini (anche per me sono maschi) cos

    Reply

  20. silvia-la gelida anolina
    19 dicembre 2011 @ 14:37

    Non ho mai assaggiato quelli originali…solo versioni scopiazzate da noi gente del nord :P
    Quindi non posso non provare subito la tua ricetta e risolvere questa mia mancanza!!!! :)

    Reply

  21. Giuliana
    20 dicembre 2011 @ 13:59

    Inutile dirti che sembrano ottime!!! Mi piacerebbe rifarle quanto prima!

    Reply

  22. Rosa
    9 gennaio 2012 @ 17:11

    Io sono di catania. Da noi li chiamiamo al maschile. Ma penso che, siccome in dialetto l’arancia si chiama arancio, sar

    Reply

  23. Silvia
    9 gennaio 2012 @ 23:56

    Cara Rosa…che bello vedere le cose da altre prospettive, interessanti come la tua…effettivamente il dialetto non mente, ma non me ne avere a male se continuer

    Reply

  24. Suggimattogno
    10 gennaio 2012 @ 16:05

    Ragazze,ragazze.. documentatevi,please! sulla bont

    Reply

  25. Rosa
    10 gennaio 2012 @ 16:46

    Infatti… Chiamiamoli come vogliamo, con la a o con la o, sempre buoni sono!
    Per quanto riguarda la punta, cara Silvia, non mi sono espressa bene… Volevo dire che da me, a Catania, si fanno a forma di cono, e la punta con la panatura viene pi

    Reply

  26. Silvia
    11 gennaio 2012 @ 11:30

    Suggimattogno: Devo dire che il tuo resoconto storico mi ha parecchio incuriosita. Di sicuro, nelle due varianti maschile e femminile, tutto prende origine, in entrambi i casi, dalla trama dialettale, che a pensarci (giusto per richiamare quello che aveva scritto Rosa) in dialetto palermitano la stessa “arancia” resta femminile anche in quel caso… per

    Reply

  27. Rosa
    11 gennaio 2012 @ 15:30

    Ciao a tuttti! Piacerebbe anche a me dare un’occhiata a questo libro dei Monaci Benedettini. Dove si pu

    Reply

  28. Suggimattogno
    17 gennaio 2012 @ 20:36

    Non credo che esista una pubblicazione organica delle ricette dei Benedettini catanesi. Si tratta di ricette conservate in oltre 300 anni di scritti (i Benedettini a Catania sono stati i possessori del potere economico e territoriale di tutto il Sud-Est etneo): la Biblioteca Ursino-Recupero, all’interno dell’ex Monastero conserva una gran parte di queste opere. Negli enormi locali dell’ex Monastero (oggi sede dell’Universit

    Reply

  29. Silvia
    17 gennaio 2012 @ 21:54

    Gli ho appena dato un’occhiata…molto interessante, non appena vengo a Catania mi sa che ci far

    Reply

  30. rosa
    18 gennaio 2012 @ 16:37

    Grazie a Suggimattogno per le informazioni! Ho visitato parzialmente il Monastero qualche anno fa; da allora mi sono ripromessa di tornarci perch

    Reply

  31. Silvia
    18 gennaio 2012 @ 18:57

    Bene accetta anche la ricetta delle crispelle di riso! ;)

    Reply

  32. Dessert per Santa Lucia « Kitchenqb
    13 dicembre 2012 @ 15:38

    […] deliziose! Dunque sempre molto velocemente, vi auguro buon Santa Lucia, vi auguro tante arancine, tante panelle dolci vabb

    Reply

  33. Badalamenti Cucina & Bottega « Kitchenqb
    18 dicembre 2012 @ 13:33

    […] le arancine, in una mise en place informale. Il men

    Reply

Leave a Reply